Businessnews

Vendite record per Tesla nel trimestre. Ma non soddisfano le previsioni degli analisti


Questo articolo è apparso su Forbes.com

La Tesla di Elon Musk ha riportato le sue migliori consegne trimestrali di veicoli elettrici, in aumento di oltre 100mila unità rispetto a un anno fa. Tuttavia è rimasta al di sotto delle aspettative degli analisti che prevedevano numeri ancora più alti per il marchio.

Durante il terzo trimestre, la società ha dichiarato di aver consegnato 343mila veicoli alimentati a batteria in tutto il mondo, più di quanto fatto registrare un anno fa: 241.300. Tuttavia, secondo la Cnbc, che ha citato i dati di Street Account di FactSet, la società è rimasta al di sotto delle aspettative di mercato che erano di 364.660 veicoli consegnati. Inoltre, Tesla ha anche affermato di avere 365mila berline e crossover nei suoi stabilimenti in California, Texas, Cina e Germania, il numero più alto mai registrato in un solo trimestre.

Partendo dal presupposto che, a differenza dei suoi competitor non fornisce dettagli sulle vendite e sulla produzione nei singoli mercati globali, Tesla ha dichiarato che sta incontrando diverse difficoltà nel consegnare velocemente i propri veicoli ai clienti per l’espansione della produzione.

“Se i nostri volumi di produzione stanno continuando a crescere, contemporaneamente sta diventando sempre più difficile garantire la capacità di trasporto dei veicoli a un costo ragionevole durante queste settimane molto intense per la logistica”, ha affermato Tesla sul suo sito web. “Nel terzo trimestre, abbiamo iniziato a testare un mix regionale più uniforme di costruzioni di veicoli ogni settimana, il che ha portato a un aumento delle auto in transito alla fine del trimestre. Queste auto sono state ordinate e saranno consegnate ai clienti all’arrivo a destinazione”.

Le cifre trimestrali arrivano due giorni dopo l’eccentrico AI Day di Tesla, in cui Elon Musk ha presentato una versione approssimativa del robot umanoide – portato sul palco dai dipendenti – che, secondo lui, alla fine costerà meno di 20mila dollari e sarà utilizzato come lavoratore per svolgere compiti difficili e ripetitivi presso i suoi stabilimenti di assemblaggio. L’azienda ha anche fornito un lungo aggiornamento sui suoi sforzi per perfezionare la tecnologia di guida autonoma in un evento che sembrava incentrato principalmente sul reclutamento di scienziati informatici e ingegneri.

La maggior parte delle consegne di Tesla sono berline Model Y e berline Model 3, che rappresentano 325.158 unità nel terzo trimestre, ovvero il 95% della cifra totale. La società ha dichiarato che pubblicherà i risultati finanziari per il trimestre il 19 ottobre, dopo la chiusura delle normali negoziazioni di mercato.

“Chiaramente, Tesla ha avuto alcune difficoltà di consegna nel trimestre con alcuni punti deboli isolati in Cina”, ha affermato Dan Ives, analista azionario di Wedbush in una nota di ricerca. “Sebbene il ragionamento… di Tesla abbia senso sulla carta, Wall Street non sarà convinta e le persistenti preoccupazioni sui problemi della domanda persisteranno fino a quando non sentiremo le indicazioni dell’unità di fine anno sulla teleconferenza di Tesla”.

Le azioni di Tesla sono scese dell’1,1% a 265,25 dollari per azione negli scambi del Nasdaq venerdì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Business

Next Article:

0 %