Boatnews

Una clausola insidiosa – Barche Magazine ISP


Mi riferisco, in particolare, al caso di cui al punto (i) laddove è previsto che il MOA si risolve laddove entro i successivi 7 giorni il venditore non accetti per iscritto di eliminare a propria cura e spese i difetti denunciati ovvero le parti non concordino per iscritto circa la riduzione del prezzo ovvero circa il termine entro il quale i lavori di rispristino devono essere completati. È evidente infatti che l’automatismo previsto da tale clausola (mancanza di accordo = risoluzione contrattuale) si presta, ove interpretata in maniera meccanica, ad offrire al venditore una fin troppo facile via d’uscita nel caso in cui la richiesta dell’acquirente, sebbene corretta e ragionevole, non sia di gradimento del venditore. Sarà infatti sufficiente al venditore rigettare la richiesta ovvero addirittura non replicare neppure alla stessa nel termine di 7 giorni per far saltare il contratto. Si può arrivare all’assurdo, ed è accaduto nella pratica, che a fronte di una richiesta dell’acquirente di riduzione di prezzo per effetto di taluni difetti tempestivamente denunciati il venditore non abbia fornito alcuna risposta all’acquirente, il quale – pur di acquistare lo yacht ed in assenza di qualsivoglia reazione del venditore – ha comunicato per iscritto poco prima della scadenza del settimo giorno, di voler revocare la precedente richiesta di riduzione di prezzo e di accettare lo yacht al prezzo pieno, sentendosi rispondere dal venditore che la revoca della richiesta di riduzione di prezzo non è prevista dal MOA e che pertanto il contratto si era comunque risolto. Soluzione questa che non convince per nulla ed anzi appare palesemente ingiusta in quanto fortemente lesiva dell’interesse dell’acquirente. A parere di chi scrive questa parte della clausola (27) appare incompleta in quanto lascia un vuoto che potrebbe forse essere colmato con la previsione, in caso di disaccordo sulla natura dei difetti contestati ovvero sull’entità della riduzione del prezzo richiesta, dell’intervento di un esperto tecnico terzo che stabilirà con efficacia vincolante per le parti se e quali siano i difetti dello yacht e quale sia la ragionevole riduzione di prezzo da applicare.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Boat

Next Article:

0 %