Cookingnews

Tutte le notizie e i regali a tema food di Agosto 2022


Le food news di agosto 2022 vanno lette, rigorosamente, sotto l’ombrellone mentre il vento ci dà un po’ di ristoro accompagnato dallo sciabordio del mare. E un languorino comincia a salire. Ecco che le novità in tema cibo ci svelano i sapori dell’estate inoltrata, dal sapore fresco del gelato fino al beverage. Tantissime sono le idee per rendere speciale l’aperitivo: bibite analcoliche? Birretta? Cocktail? L’importante è che siano accompagnati dalla giusta patatina e da una cena speciale. Per chi preferisce la comodità di casa e non è ancora partito, può cominciare a viaggiare con una ricetta di curry e godersi l’esplorazione concludendo il pasto con un gin realizzato in Sudafrica. Un occhio di riguardo all’etica e alla sostenibilità non mancano mai, così com’è importante tenersi aperti verso nuove scoperte.

Pubblicità – Continua a leggere di seguito

Lurisia Bolle Stille Winner

L’acqua Bolle Stille proviene dalle Alpi Liguri, leggera, è fra le acque con minor residuo fisso in Italia e indicata per le diete povere di sodio. Il suo gusto equilibrato e neutro, grazie ai minerali presenti, la rende particolarmente indicata ad accompagnare tutto il pasto, esaltando ogni sapore. Lurisia Bolle Stille Winner racchiude questa purezza dell’acqua, in una bottiglia esclusiva firmata da Sottsass Associati, Guzzini e Verallia, che sigillano il meglio della tradizione e dell’evoluzione italiana. Conclamata per la realizzazione della migliore bottiglia in vetro al mondo, Lurisia vince i World Beverage Innovation Awards del 2009. Nel 2011 conferma il successo e la premiumness ricevendo la Menzione d’onore Compasso d’Oro ADI, antico e istituzionale riconoscimento a livello mondiale nell’ambito del design.

Nuova immagine, stesso gusto unico di sempre: Peroni Nastro Azzurro è la birra premium italiana più bevuta al mondo. Nasce nel 1963 come variante premium di Birra Peroni, diventando negli anni una vera icona di stile e Made in Italy all’estero, distribuita in oltre 70 Paesi. Si contraddistingue per l’utilizzo di materie prime di altissima qualità, come il Mais Nostrano – selezionato e coltivato in esclusiva per lei in Italia – che contribuisce a donarle il suo gusto unico, secco e rinfrescante. A partire dal 2022 il brand, per celebrare la visione creativa di Peroni, ha deciso di riportare nuovamente il nome “Peroni” sull’etichetta.

Ristorante Santa Virginia, Milano

La cucina del Santa Virginia nasce dal connubio dei sapori di Francesco Sciacca e Diego Pecchia: mediterraneo, italiano, con spazio per sperimentare tra cotture sottovuoto e a bassa temperatura, unite a una ricerca approfondita per la qualità della materia prima di stagione. Il menù è composto da piatti di carne e pesce, ma attento anche alle proposte vegetariane, e si rinnova tutti i mesi; uno o due piatti del giorno completano infine l’offerta. Il nome, senza dubbio, è la prima cosa che attira del ristorante, ma anche per quello c’è una storia affascinante dietro. Come racconta Francesco Sciacca: “Ho una adorata sorella di nome Virginia che è ora mia socia e, senza dubbio, la direttrice artistica del ristorante. In famiglia l’ abbiamo sempre chiamata Santa, ma chi la conosce sa che è anche e soprattutto un diavoletto… Di fatto Virginia ha ispirato estetica e tendenze del ristorante col suo stile inconfondibile e per questo che ho cercato di ricrearne l’allure nei miei piatti”.

Priscilla Occhipinti, la prima Maestra distillatrice in Italia con Grappe Nannoni

La distillazione diventa donna: Priscilla Occhipinti è la prima Maestra distillatrice in Italia, che sdogana questa arte affidata tradizionalmente solo al maschile. 23 distillazioni, 9 trofei Acquavite dell’anno, 20 medaglie Doppio oro, 113 medaglie oro dal 2011 al 2019: Priscilla Occhipinti racconta che il percorso per imporsi in questo ambiente non è stato facile. Fondamentali, secondo Occhipinti, sono stati: “Tanto impegno, la voglia di divertirsi lavorando, il mio Maestro, Gioacchino Nannoni, che mi ha preso sulle sue spalle per lanciarmi in alto, credendo in me. E per continuare a crescere? La volontà di mantenere una promessa, la caparbietà, curiosità, un buon naso e tanto entusiasmo”. La creazione di cui è più fiera? “Sono legata a tutti i miei distillati perchè raccontano il mio territorio. Attualmente, la mia più recente produzione si chiama Estate , un prodotto che dà proprio il senso della freschezza boschiva della maremma. Ma anche un distillato invernale, a base di cannella, cacao, cannella ed erbe officinali che si possono trovare solo nella stagione fredda. Ma il cuore è rivolto alla grappa che produco ormai da 25 anni”.

Cantina Ruggeri: il Cartizze D.O.C.G. ora certificato SQNP

Consapevole dell’importanza della biodiversità del territorio e di una viticoltura sostenibile Ruggeri, storica cantina di Valdobbiadene, ha intrapreso negli anni numerosi progetti innovativi volti alla salvaguardia dell’ecosistema. Nel 2019 ha aderito al sistema SQNPI: un impegno che oggi si concretizza e vede i Cartizze D.O.C.G. Brut e Dry fregiarsi della rinomata certificazione sulle sue bottiglie. SQNPI corona l’impegno costante di Ruggeri nella difesa della biodiversità e della bellezza di un territorio che da secoli custodisce il paesaggio. Le uve destinate a questi vini di alta gamma provengono dal prezioso cru del Cartizze, la collina situata tra i paesi di Santo Stefano, San Pietro di Barbozza e Saccol e riconosciuto come apice qualitativo dell’intera denominazione Valdobbiadene Prosecco Superiore D.O.C.G.

I quadrotti con carota, riso e lenticchie di San Carlo

I nuovi Quadrotti con carota, riso e lenticchie hanno un colore croccante, dato solo dai loro ingredienti 100% naturali, ottima fonte di proteine vegetali e fibre. Perfetti per chi desidera una pausa che unisca benessere e gusto, come gli altri prodotti Veggy Good anche i nuovi arrivati non contengono glutine, lievito, coloranti, conservanti e cotti al forno. I Quadrotti sono ideali sia per vegani che per vegetariani, come spuntino spezza fame, irresistibili in ogni momento della giornata: per le pause al lavoro, per un aperitivo healthy a casa o al parco in mezzo al verde.

Acqua Alma al concerto di Elisa Back to the Future

Acqua Alma sarà main sponsor e partner tecnico della prima data del tour di Elisa Back to the future, il 3 agosto a Bassano del Grappa presso il Parco Ragazzi del ’99. Elisa infatti porterà il messaggio dell’ONU #FlipTheScript: l’impossibile che diventa possibile se si agisce insieme. Anche la scelta del luogo non è casuale, infatti il parco Ragazzi del ’99 è stato scelto dall’artista per il suo particolare valore naturale e paesaggistico: sarà infatti la sede del primo HUB della Biosfera della rete internazionale MAB Unesco, incubatore di idee e progetti dedicato al tema della sostenibilità in tutte le sue declinazioni. L’acqua non verrà venduta in bottigliette monouso,ma verrà spillata gratuitamente dagli impianti Acqua Alma, attraverso 10 punti di erogazione, posizionati all’interno del Green Village e vicino al Main Stage.

Inverroche, distilleria sudafricana

La distilleria Inverroche è stata fondata da Lorna Scott, pioniera del craft gin sudafricano, attenta all’ambiente e alla comunità di Still Bay nel capo occidentale del paese. In soli 6 anni la distilleria è cresciuta da family business a struttura industriale che investe sulla comunità locale e distribuisce in 15 paesi in tutto il mondo. Il suo nome custodisce l’anima del progetto: Inver in scozzese significa confluenza di acque mentre roche deriva dal francese, roccia, dalla cui combinazione crescono le botaniche che compongono il gin. Lorna Scott ha scoperto la passione per il gin in modo insolito, mentre seguiva progetti di sostenibilità come vice sindaco della municipalità di Hessequa nel Western Cape. Lorna ha così unito l’arte di distillare e il bioma unico della suo territorio con un messaggio responsabile. Nel progetto è coinvolta tutta la famiglia, nonché la popolazione locale. Tra le creazioni, Inverroche Amber Gin, infuso con fynbos–selezionate specie vegetali della costa sudarficana–di Cape Floral Kingdom. Ricco e aromatico, di colore ambrato con sentori di agrumi freschi, ginepro, sweet toffee, mele e note floreali che si mescolano con un finish lungo e legnoso.

La ricetta di Martini Fiero & Tonic

Martini celebra l’estate con Martini Fiero, una miscela di selezionati vini bianchi, dal colore rosso brillante e intense note fruttate, 100% naturale che trova la sua espressione perfetta nell’hero drink Martini Fiero&Tonic. Il cocktail ideale per gli aperitivi della golden hour, caratterizzato dalla ricchezza di aromi e dalla naturalità dei suoi ingredienti, con una bassa gradazione alcolica grazie alla miscelazione esclusivamente con la tonica.

LA RICETTA

50% MARTINI Fiero

50 % Acqua tonica

Tanto ghiaccio

1 fetta di arancia per guarnire

Riempire un bicchiere ballon di ghiaccio e farlo raffreddare con un bar spoon. Rimuovere l’acqua in eccesso e versare gli ingredienti, mescolare gentilmente e guarnire con una fetta di arancia fresca.

La ricetta del curry di Cittamani

La ricetta dell’orata in curry Molee by Cittamani è qui per svoltarci l’estate. Ecco passaggi e procedimento per una porzione da 4 persone.

Ingredienti

2 cucchiai olio di cocco o vegetale

1 cucchiaino semi di senape

1 cipolla media, tritata

2 cucchiaini di pasta di zenzero e aglio

1 cucchiaino curcuma

2 peperoncini verdi, tritati

300 ml latte di cocco

10 foglie di curry essiccate

2 pomodori, tritati

2 cucchiaini succo di limone

sale q.b.

600 gr filetto di orata

Preparazione

Scaldare l’olio in una casseruola e lasciare rosolare i semi di senape a fiamma alta per qualche istante. Aggiungere la cipolla e lasciarla friggere 7-8 minuti finchè ammorbidita, procedere poi ad aggiungere la pasta di zenzero ed i peperoncini, mescolando. Amalgamare la curcuma nel soffritto e cuocere parzialmente i filetti di orata, 3 o 4 minuti per lato. A questo punto vanno aggiunti il latte di cocco, le foglie di curry, i pomodori ed un pizzico di sale e lasciato cuocere il tutto a fiamma bassa per una decina di minuti, fino a quando il pesce non risulterà morbido. Togliere dal fuoco e aggiungere il succo di limone, correggere di sale e servire caldo.

Magnum presenta il suo nuovo capolavoro ispirandosi all’arte del Rinascimento, celebrando il fermento artistico dell’epoca ed evocando l’artista che ha dato forma e vita all’estasi della bellezza con capolavori senza tempo: Michelangelo. Il brand diventa così ambasciatore di un nuovo Rinascimento con un imperdibile classico: Magnum Michelangelo. Attraverso i suoi ingredienti, Magnum Michelangelo dà vita a un tripudio di gusto avvolgente. Cocco e cacao, i colori. Il cioccolato bianco, la tela. I cristalli di lampone, il colpo di genio: così Magnum racconta l’unione tra gusto e arte attraverso il sapiente mix dei colori, sapori e consistenze degli ingredienti.

La Senigallia Special Edition di Patatas Nana

C’è una città in provincia di Ancona, conosciuta in Italia (e non solo) per due motivi: la sabbia finissima che le ha fatto conquistare l’appellativo di Spiaggia di Velluto, e la Rotonda sul Mare, proprio quella della celebre canzone di Fred Bongusto: Senigallia. Ed è proprio Senigallia ad aver ispirato allo chef Michele Gilebbi la Special Edition di Patatas Nana, una chips sabbiata in omaggio alla Spiaggia di Velluto, realizzata con pelle di baccalà disidratata e polverizzata, pomodoro liofilizzato e origano secco. Il packaging invece ritrae la mitica Rotonda, illustrata dall’artista Scombinanto.
La filosofia di Patatas Nana è sinonimo di utilizzo di prodotti 100% naturali, senza conservanti e aromi chimici. Nella ricetta originale a cui nel gusto Senigallia Special Edition si vanno ad aggiungere ingredienti che ricordano uno dei piatti tipici della cucina adriatica: il baccalà all’anconetana e una particolare sabbiatura che le rendono ancora più croccanti.

Un viaggio nel cuore dell’isola, tra i profumi della macchia mediterranea e la freschezza delle acque toscane: il gin Helba è un vero e proprio omaggio all’Isola d’Elba. Nato nel 2021 da un’idea del trentenne Federico Figini, è un London Dry Gin fresco e aromatico, realizzato solo con ingredienti che crescono spontaneamente sull’Isola. Sono 7 le botaniche utilizzate per Helba, come il mirto, le castagne, la menta selvatica, il ginepro, le alghe di mare, i semi di coriandolo, la radice di liquirizia, unite all’acqua che sgorga dalla Fonte Napoleone, direttamente dal cuore dell’Isola sulle pendici della vetta più alta dell’Elba, il monte Capanne. Helba è una dichiarazione d’amore all’isola, dal nome alle essenze fino alla bottiglia.

L’aperitivo diventa Eppi Auar

La strategia per svoltare l’aperitivo è nella nuova linea analcolica a marchio Coop: Eppi Auar. Tre gusti da bere così come sono, con un cubetto di ghiaccio oppure reinventati in cocktail freschi. Il gusto pompelmo è perfetto per chi, quando si tratta di bere, ha le idee chiare e non rinuncia mai ad un sapore deciso e frizzante. Ci sono poi la freschezza e l’energia degli agrumi, un’esplosione vivace che sa d’estate, e l’ultimo da provare: Eppi Auar lemon.

Malfy Gin conquista l’estate italiana con i suoi eventi

Dall’esclusiva performance di Benny Benassi a Capri con vista mozzafiato sui faraglioni al tour nelle spiagge più vivaci dell’estate. Il gin ispirato ai colori, profumi e sapori della Costiera Amalfitana celebra il gusto e lo stile di vita italiano. Da Capri a Messina a Forte dei Marmi, l’estate di Malfy abbraccia l’Italia intera. Fino a settembre, il gin anima alcuni tra i migliori cocktail bar e locali sulle spiagge italiane con eventi, brindisi e #MalfyMoments spensierati del Malfy Coast to Coast 2022. Protagoniste dell’estate anche le Case Malfy, vere e proprie destinazioni per gli amanti del gin dove divertirsi con gli amici e far festa assaporando cocktail a base di tutti i gin della famiglia Malfy: Malfy Limone, Malfy Gin Rosa al pompelmo rosa di Sicilia, Malfy all’arancia rossa di Sicilia e Malfy Originale. 15 hub di convivialità dove ogni sera bartender sperimentano cocktail nuovi e i tramonti hanno un sapore agrumato. Dal Belmond Grand Hotel Timeo a Taormina al Me Beach di Marina di Ravenno, dal Blue Drop Venice al Lido di Venezia al Castello di Granarola nelle Marche, brindare per credere.

Per sentirsi ai tropici a Milano basta gustare un cocktail ai Rita’s Tiki Room in Ripa di Porta Ticinese. Bancone in legno e canne di bambù, pareti di cocco intrecciato, statuette Tiki, canoa e fitta vegetazione sono solo alcuni degli ingredienti Tiki che ci fanno viaggiare lontano. Nato nel 2019, il Rita’s Tiki Room ha una proposta che combina aperitivo, cena e dopo cena grazie ai suoi cocktail a base di frutta tropicale, spezie, rum, tequila, gin e bourbon provenienti da tutto il mondo. La cocktail list cambia stagionalmente e adotta una filosofia zero waste, quindi, che prevede sempre di più l’utilizzo di tutte le parti di un frutto o un vegetale: dagli sciroppi ai cordiali, dalle garnish agli estratti, si predilige ancora l’agrume fresco per ogni drink che viene realizzato, shakerato e servito al momento. Il viaggio continua nell’offerta food che spazia tra piatti cantonesi, influenze thailandesi e caraibiche.

Pubblicità – Continua a leggere di seguito



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Cooking

Next Article:

0 %