Designnews

Rosso scarlatto: come utilizzarlo in casa


Codice HEX: #FF2400; codice RGB: 255; 36; 0; cartella RAL: 3020. Il nome comune è tuttavia solo uno: rosso scarlatto, un punto di rosso macchiato da una piccola quantità di giallo e tendente così all’arancione a cui, nel corso della storia, sono stati associati innumerevoli significati. È infatti il colore degli abiti accademici, delle fiamme, dei cardinali e – prima del 1914 – anche dei soldati dell’esercito inglese: normale, dunque, pensare a lui quando si vuole ricreare uno spazio abitativo ricco di carattere. Il confine tra un risultato vincente e un effetto ottico eccessivo e pesante è però una linea sottilissima e oltrepassarla è un attimo: ecco allora una serie di consigli utili stanza per stanza.

Come utilizzare il rosso scarlatto sulle pareti

Tinteggiare le pareti di rosso scarlatto significa indubbiamente conferire forte personalità alla stanza: tuttavia, colori di questo tipo necessitano di attenzione ed equilibrio perché il loro carattere da protagonista rischia di appesantire lo spazio allontanando l’ambiente dall’effetto desiderato. Ad ogni modo, questa nuance di rosso può essere inserita in tutte le stanze di un’abitazione: in camera da letto sarebbe meglio relegarlo a piccoli tocchi per via della sua azione energizzante che poco si abbina alla finalità con cui la zona notte viene utilizzata; bene dunque stenderlo su una sola delle quattro pareti o scegliere una carta da parati le cui fantasie siano disegnate in questo colore. La cucina lascia più spazio di manovra poiché è un ambiente in cui la soglia dell’attenzione deve sempre rimanere alta; similmente, gli amanti della cromia potrebbero apprezzare un bagno completamente dipinto in questa tonalità in modo da ricreare una scatola monocromatica. Nella zona living, invece, tutto dipende dal proprio gusto personale: l’intero soggiorno in rosso scarlatto potrebbe risultare soffocante, ma una sola parete (meglio quella opposta alle finestre), una nicchia in spessore di muratura o dettagli come la libreria sono sufficienti per dare il giusto carattere.

showroom a bangkok

Il rosso scarlatto in soggiorno

Rimanendo nell’ambito del salotto, il rosso scarlatto può essere spostato dalle pareti ai complementi di arredo per ricreare punti d’accento interessanti su uno sfondo neutro fatto di grigi perla, tortora, beige e bianchi. Lo si potrebbe ad esempio utilizzare per un divano, aumentando l’effetto scenografico tramite la scelta di modelli importanti e storici come i Chesterfield rivestiti di velluto: delicati sì, ma di sicuro impatto visivo. Ancora, questo punto di rosso potrebbe essere utilizzato per i paralumi, per le cornici dei quadri, per una singola poltrona oppure per le tende, dando così l’effetto di sipari teatrali in soggiorno: in questo caso, però, tutto l’arredamento deve concorrere a sostenere e controbilanciare un’esuberanza che altrimenti potrebbe rivelarsi ridondante.

Una camera da letto color rosso scarlatto

Come detto, le pareti rosso scarlatto in camera da letto potrebbero impedire all’abitante della casa di godere appieno dell’effetto rilassante che una stanza di questo tipo dovrebbe infondere a fine giornata. Nulla vieta, tuttavia, di spostare la nuance dai muri ai singoli elementi: il colore tende infatti a essere indiscusso protagonista dell’ambiente che lo ospita anche quando è presente in piccole dosi. Lo si potrebbe dunque inserire nella struttura del letto smorzandolo con la biancheria; nei comodini dalle linee pulite; nelle abat-jour; nel copriletto; nelle federe dei cuscini secondari. Chi invece preferisse stenderlo sui muri potrebbe controbilanciarne l’eventuale pesantezza con soffitti e battiscopa bianchi, un parquet in legno chiaro e una testata del letto in ferro battuto.

La cucina rosso scarlatto

Per quanto riguarda la cucina, il rosso scarlatto aiuta a movimentare gli spazi in cui le linee pulite ed essenziali dei mobili tenderebbero ad appiattire volumi e geometrie rendendo l’ambiente troppo banale. Si potrebbe dunque pensare di dipingere la parete di fondo in questa sfumatura, utilizzando il legno chiaro o verniciato di grigio in tutti gli altri elementi e ricorrendo alla resina per il piano di calpestio. Altre soluzioni vincenti, poi, potrebbero essere quelle di optare per una cucina con alcune ante dipinte in questo colore, oppure di utilizzare il frigorifero o i piccoli elettrodomestici come punto focale di tutto lo spazio.

Rosso scarlatto e bagno

Il bagno è il luogo della casa in cui gli amanti del rosso scarlatto possono dare libero sfogo alla propria passione senza il rischio di eccedere: come abbiamo detto, infatti, in questa zona dell’abitazione funziona bene l’espediente della scatola monocromatica controbilanciata da elementi chiari come la vasca, la doccia e il lavandino. In alternativa, è possibile procedere con abbinamenti interessanti: l’accoppiata rosso scarlatto e rosa cipria, ad esempio, è una delle più intriganti, soprattutto se i mobili sono grigio antracite o neri. Rubinetteria e pomelli in metallo opaco o in nero cromato completano a questo punto una scenografia da cui ospiti e padroni di casa non possono che rimanere affascinati.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Design

Next Article:

0 %