Fashionnews

La primavera flower-chic di Radà

Colori, ricami floreali e scintille di luce, Radà esprime la rinascita tipica della stagione primaverile in un bouquet flower-chic di bag in paglia naturale.

L’estro di Daniela Ravaioli, anima creativa del brand Radà, sfocia in un’armonia di steli e petali di raffia multicolor per una capsule di bag di paglia che accolgono una moltitudine di fiori colorati.
Ora giganti ora minuscoli, margherite, girasoli, papaveri ed ogni tipo di “gioiello” primaverile sboccia con esuberanza sugli intrecci dai colori vivaci, ricami minuziosi e dettagli preziosi della maxi shopper geometrica o della chic bag dagli anelli rigidi.

E’ la primavera di Radà: un vero e proprio “bouquet” di flower bag capace di illuminare ogni giorno con stile contrassegnandolo con l’energia tipicamente showy chic del brand, perfetto per evidenziare lo stile ed il carattere di chi lo indossa facendolo emergere in ogni situazione.

Daniela Ravaioli, anima di Radà, ha strutturato un brand come estensione della sua personalità. Ha lasciato un segno potente nel mondo del gioiello, ha dato vita a un’azienda capace di attraversare i lustri conservando un’identità nitida eppure reagendo al mondo che cambia con autentico spirito imprenditoriale.

 

L’incontro tra Muriel Grateau, stilista di Complice e musa ispiratrice di Daniela creano, da quel momento, l’amore per le perle che diventerà un caposaldo di Radà, una sorta di elemento primario dal quale non prescindere.

L’excursus di Radà è affascinante e molto affine alla natura esuberante e determinata della fondatrice. Gli occhi di Daniela Ravaioli sul mondo diventano il filtro con cui Radà imprime i suoi assemblaggi materici sulla retina del gusto.

Daniela con la materia ha un rapporto stretto sin dagli esordi nella grande cucina di mamma da quelle prime piume di fagiano che trasforma in orecchini da vendere il giorno dopo a negozi prestigiosi come Parisotto, a Bologna. Le sue boutades originali, anticonformiste, capaci di dare un senso decorativo profondo all’accessorio di moda, piacciono subito.

I primi anni scorrono attraversando le sere e le notti, con le mani che assemblano e che portano gli oggetti nelle boutique più prestigiose di Bologna. Inizialmente, gli accessori di Daniela Ravaioli nascono da un’intuizione, da particolari come piume, pelliccia, conchiglie, rubati alla natura e tradotti nel linguaggio glamour da una sensibilità curiosa, acuta, capace di precorrere i tempi. Nel 1982 nasce la Radà di Daniela Ravaioli.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marina Greggio
Innamorata delle lingue e colleziono instancabilmente viaggi. Nel tempo libero scrivo, leggo, corro e mangio. Milano e Londra sono le mie due case, i due posti in cui il mio cuore si divide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Più in:Fashion

Next Article:

0 %