Beautynews

Post vacation blues, i rimedi per affrontare il rientro in città


Cos’è il “post-vacation blues” e come affrontarlo al rientro dalle vacanze in città

Psicologi ed esperti concordano che il post-vacation blues – o in italiano sindrome da rientro – sia una forma di depressione che comincia alla fine delle ferie o addirittura qualche giorno prima, rovinando così gli ultimi attimi di spensieratezza vacanzanziera. Capita infatti che si venga colpiti da una sorta di depressione, più o meno acuta, appena si rimette piede a casa, pensando alla vita da tutti i giorni. Soprattutto con la pandemia e lo smartworking come ormai attuale forma di lavoro, i vacanzieri temono la routine lavoro-casa già da prima della partenza, consapevoli che quello che ritroveranno al rientro sarà una normalità fatta di isolamento, ansie e obblighi lavorativi e familiari. Spesso capita proprio quando si è stati per un tempo prolungato in un posto dove ci si è finalmente sentiti rilassati. Lo stress è infatti causato dalla frustrazione e non dal mancato riposo – anzi, talvolta è proprio la buona riuscita della vacanza a rendere la ripartenza più faticosa -, proprio perché alcune persone non riescono ad appagare i loro bisogni. Le vacanze possono sicuramente essere piacevoli ma se si torna a una vita di tutti i giorni insoddisfacente, il rischio è quello di essere più stressati di prima. 

I sintomi del “post-vacation blues”

Per evitare di pensare troppo al rientro, alcuni italiani sono disposti a tutto: l’importante è sfuggire al pensiero della fine delle ferie. C’è chi va in letargia e dorme a lungo, chi non ha stomoli esterni e sta tutto il giorno sul divano, chi ancora usa il cibo come diversivo. Altri, invece, diventano iper reattivi e sprecando le poche energie rimaste per tenere la mente libera dalle preoccupazioni e per far sfogare il corpo. La sintomatologia del post vacation blues, secondo gli psicologi, comunemente può essere caratterizzata da un senso di stanchezza e spossatezza, dalla difficoltà di concentrazione, da dolori muscolari, dal poco entusiasmo e da tanta irritabilità. Tutti sintomi che portano anche a non voler essere socevoli e vedere, per esempio, gli amici per un aperitivo o una cena. 

Come affrontare il rientro

Per gli esperti lo stress post vacanza si può superare in tre modi, per mantenersi sani mentalmente. Non c’è nulla di meglio che gestire il proprio tempo organizzando la giornata in maniera diversa rispetto al pre-vacanza, ovvero ritagliando il giusto spazio per tutte le attività, lavorative e di svago. Sbagliatissimo è oziare e posticipare gli impegni. Provate inoltre, il giorno prima di tornare a lavorare, di pensare alle cose più belle della vacanza, facendo magari una lista di tutto quello che vi è piaciuto di più e di chi ha reso quei giorni così memorabili. Infine, pensate a qualcosa di positivo nella vita di tutti i giorni, per motivarvi a viverla al meglio. E se riconoscete i sintomi del post-vacation blues, ecco qualche idea del buon umore per scacciarlo.

Rendete la vostra routine più interessante

Fate un programma per riempire la vostra quotidianità con attività che avete sempre voluto fare ma che non avete mai fatto. L’ozio sul divano non è contemplato. Trovate qualcosa di nuovo che sia capace di motivarvi e spronarvi, che vi rende allegri ed energici. Un modo per riempire i momenti vuoti della giornata con un hobby o una passione che avete lasciato troppo tempo nel cassetto. Provate anche a creare una vostra nuova beauty routine. Come, per esempio, usare le ice globes o la pietra gua sha la mattina per sgonfiare la faccia, oppure aggiungere quotidianamente la crema anticellulite al vostro rituale di benessere, per combattere i cuscinetti adiposi non solo per attendere la prossima prova costume ma anche per piacervi di più ogni giorno a casa.

Uscite di casa sempre in ordine

Il tempo dei pantaloni della tuta e del viso struccato è finito già dai lockdown. Ora impegnatevi a dare un tocco in più al vostro viso per sentirvi subito più belle. Provate con le novità sul mercato, come le nuove limited edition griffate, che rendono non solo voi più belle ma anche l’arredamento del vostro bagno, oppure un gloss che volumizzi le vostre labbra o un primer perfezionatore che renda la pelle priva di imperfezioni. E poi due tocchi di gioia per gli ultimi giorni estivi: una passata di terra abbronzante su viso e décolleté, per enfatizzare la tintarella rimasta, e un profumo che odori della vacanza da cui siete appena rientrati. 

Scacciate il burnout

Da un recente studio è emerso che proprio le persone che amano di più il loro lavoro sono maggiormente inclini al burnout. Se siete rientrati depressi dalle vacanze, pensando proprio a tutti gli impegni di lavoro – ma del lavoro che amate e che non riuscite a mettere in secondo piano – ideate un piano per riaccendere la fiamma (quella positiva, che vi fa stare bene) che avevate appena iniziato il lavoro dei vostri sogni, e alternatela a qualcosa che vi fa stare bene. Per esempio gli scrittori possono provare a scrivere qualcosa di personale, altri creativi possono iniziare a dipingere, chi fa un lavoro sedentario può scegliere di frequentare un corso del quale è curioso da tempo. E se proprio non riuscite a sconfiggere questa depressione che vi impedisce di lavorare bene e di vivere serenamente, pensate a un weekend in una meta di benessere specializzata proprio sulla salute mentale.

Leggete anche:

Sindrome della capanna: come affrontare l’ansia da rientro

La pulizia energetica della casa con la salvia bianca. Il rituale wellness che infonde armonia

Cosa c’è da sapere sull’endometriosi



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Beauty

Next Article:

0 %