Artnews

Pineider e il tatuatore Stizzo: “Di Carta e Pelle”

La Boutique Pineider è stata scenario del vernissage “Di Carta e Pelle”, in cui il tatuatore Stefano Boetti, in arte Stizzo, ha portato la sua arte tra le mura di Via Manzoni 12. Per l’occasione le illustrazioni del tattoo artist Stizzo sono state esposte nel flagship store Pineider, mettendo insieme un’installazione che si protrarrà per due settimane ed esaltando il fascino dell’artigianato e dell’arte, come già accaduto con Antonio Marras e “Le Carte di Identità”. Stizzo ha inoltre creato una tattoo machine servendosi della penna di Pineider Avatar Black, uno strumento di scrittura “su pelle” che si inserisce perfettamente nella mostra di macchinette vintage.

La penna Avatar Black è una delle novità 2021 di Pineider: totalmente in colore nero, dal fusto alle sue componenti, è diventata parte dell’installazione. Scomposta in diversi pezzi e privata del pennino, resta sempre riconoscibile lo skyline di Firenze sulla veretta e l’impugnatura in Ultraresin, materiale esclusivo molto rigido e resistente agli urti.

La formazione pittorica spontanea di Stizzo è iniziata negli anni ’90, quando l’intraprendenza del giovane artista lo portava a farsi conoscere tra gli stand della Tattoo Convention di Milano tramite le prime tavole di tatuaggi tradizionali, contribuendo alla sua evoluzione nei tempi moderni sia nel panorama nazionale, che internazionale.

Una tecnica impeccabile, ma ispirata e consapevole, ora in mostra in esclusiva: “Di Carta e Pelle” ripercorre le tappe e il percorso artistico del tatuatore, a stretto contatto con il gesto pittorico sulla carta prima ancora di incontrare la pelle, una trasposizione di cultura popolare, folklore, vita quotidiana, tradizioni e passioni. Le carte antiche sono una sfida al disegno digitale, preferendo un supporto che valorizzi l’arte autentica, frutto di talento, esercizio, ricerca e sacrifici, per poter aspirare all’eccellenza.

La mostra “Di Carta e Pelle” di Pineider e Stizzo rappresenta un’occasione per celebrare il disegno e il lavoro dell’artigiano: il tatuatore è autore, artista ed espressione del bisogno di comunicare su telai diversi, anche riadattando strumenti di uso comune, tanto quanto il brand fiorentino si dimostra in grado di sperimentare e appoggiarsi a personalità eclettiche e raffinate, comunque legate alla sua intima natura.

Pineider

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marina Greggio
Innamorata delle lingue e colleziono instancabilmente viaggi. Nel tempo libero scrivo, leggo, corro e mangio. Milano e Londra sono le mie due case, i due posti in cui il mio cuore si divide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Più in:Art

Next Article:

0 %