Fashionnews

Pierre Cardin, leggenda della moda francese, muore a 98 anni

Il couturier francese Pierre Cardin, che si è fatto un nome vendendo abiti firmati alle masse, è morto a 98 anni. In una carriera di oltre 60 anni, Cardin ha suscitato il disprezzo e l’ammirazione dei colleghi stilisti per il suo sfacciato senso degli affari. Sosteneva di aver costruito il suo impero commerciale senza mai chiedere un prestito a una banca.

Cardin è stato il primo stilista a vendere collezioni di abiti nei grandi magazzini alla fine degli anni Cinquanta, e il primo a entrare nel settore delle licenze per profumi, accessori e persino per il cibo – oggi è un importante fattore di profitto per molte case di moda. “Per me è lo stesso sia che mi occupi di maniche per abiti che di gambe da tavolo”, si leggeva una volta sul suo sito web.

Per quanto sia difficile da immaginare decenni dopo, i cioccolatini Armani, gli hotel Bulgari e gli occhiali da sole Gucci sono tutti basati sulla consapevolezza di Cardin che il glamour di un marchio di moda ha un potenziale di merchandising infinito.

Le critiche non sembravano colpirlo. “Ho avuto il buon senso di commercializzare il mio nome”, ha detto Cardin al giornale tedesco Sueddeutsche Zeitung nel 2007. “I soldi rovinano le idee? Dopotutto non sogno i soldi, ma mentre sogno, faccio soldi. Non si è mai trattato di soldi”.

Pierre Cardin

Pierre Cardin

Chi era Pierre Cardin?

Nato vicino a Venezia il 2 luglio 1922 da genitori francesi di origine italiana, Cardin è stato educato nella poco affascinante città francese di Saint Etienne. All’età di 17 anni andò a lavorare per un sarto nella vicina Vichy e sognava di diventare attore, di fare il modellista e di danzare professionalmente.

A Parigi, nel 1945, realizzò maschere e costumi teatrali per il film di Jean Cocteau, “La Bella e la Bestia”, e un anno dopo si unì all’allora sconosciuto Christian Dior.

Alla fine degli anni Cinquanta, fu brevemente espulso dalla corporazione degli stilisti francesi, la Chambre Syndicale de la Couture. Ai couturier di quel club era proibito, all’epoca, mostrare i loro lavori al di fuori dei loro saloni parigini, figuriamoci nei grandi magazzini come invece aveva fatto Pierre Cardin.

Presentò una collezione nella Cina comunista nel 1979, quando era ancora in gran parte chiusa al mondo esterno. E appena due anni dopo la caduta del muro di Berlino, nel 1991, una sfilata di Cardinfashion sulla Piazza Rossa di Mosca ha attirato una folla di 200.000 persone.

Il suo impero abbraccia profumi, cibo, design industriale, immobiliare, intrattenimento e persino fiori freschi. La sua ultima impresa, nel febbraio 2020 è stata la collaborazione con un designer di settant’anni più giovane di lui. Pierre Courtial, 27 anni, ha presentato una collezione nello studio di Cardin in Rue Saint-Honore, a Parigi, con pezzi che richiamano l’estetica geometrica dello stilista veterano. Cardin ha detto di valutare ancora l’originalità al di sopra di ogni altra cosa.“Ho sempre cercato di essere diverso, di essere me stesso”, ha detto a Reuters. “Che alla gente piaccia o no, non è questo che conta”.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marina Greggio
Innamorata delle lingue e colleziono instancabilmente viaggi. Nel tempo libero scrivo, leggo, corro e mangio. Milano e Londra sono le mie due case, i due posti in cui il mio cuore si divide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Fashion

Next Article:

0 %