Beautynews

Perché il biondo scuro è un colore universale che sta bene a tutte


Perché il biondo scuro è un colore universale che sta bene a tutte

Versatile e a bassa manutenzione, il biondo scuro è la tonalità passe-partout che si adatta alla maggior parte delle carnagioni. Un colore con una ricca palette di sfumature, che regala alla chioma un aspetto naturale ed elegante. Da Gisele Bündchen a Sarah Jessica Parker, passando per Beyoncé, Jennifer Aniston, Kate Moss e Jennifer Lopez, sono tante le celebs che se ne sono innamorate e lo portano da anni, illuminandolo all’occorrenza con riflessi morbidi, ombre dorate, babylight o balayage baciati dal sole. Per conoscere questo il biondo scuro e le peculiarità di questo colore neutro e universale, ne abbiamo parlato con Niko Liverani, hairstylist e colorista del team di Contesta Rock Hair.

Biondo scuro, cos’è?

A metà strada tra il castano e il biondo, la tonalità biondo scuro offre i vantaggi di entrambi i colori in uno. Di solito è il primo step che le more con ambizione bionda compiono per schiarirsi, ma è anche il miglior modo per le chiome già blonde, che il sole ha reso troppo gialle e dorate, di entrare nel mood autunnale. Una colorazione ideale per chi desidera un cambiamento sottile, ma visibile ed elegante. Il biondo scuro può essere declinato in tante sfumature a seconda dei suoi riflessi, dal miele al cenere. E se d’estate dona ai capelli una nuova luce e un “effetto sun” istantaneo, è altrettanto comodo d’inverno per aggiungere un po’ di calore nella stagione fredda.

Biondo scuro, perché è differente dal castano chiaro

Spesso vengono confusi, perché i due toni possono sembrare simili, in realtà sono molto diversi. Separati da una sola tonalità, il castano chiaro è una miscela di marrone e bianco, mentre il biondo è un mix di giallo e nero. Quindi quello che cambia è il colore di base: marrone per il castano chiaro e l’oro per il biondo scuro. Quale scegliere tra i due? I capelli castani chiari donano di più alle carnagioni medie, ambrate ed olivastre, mentre la pelle chiara, anche quella di porcellana, viene illuminata e valorizzata più dal biondo scuro. Se siete indecise e cercate un’alternativa, che sia anche un compromesso e una via di mezzo tra i due colori, optate per il bronde. Una nuance brown+blonde, altamente personalizzabile, che punta sulla naturalezza e valorizza quasi tutti gli incarnati, soprattutto quelli neutri.

Biondo scuro: ecco a chi è adatto

Questa nuance di biondo discreta, ma che non manca di carattere, si abbina perfettamente a tutte le carnagioni, sublimando sia quelle chiare che scure. Eclettico, raffinato e capace anche di camuffare bene i primi capelli bianchi, per scegliere la gradazione giusta è importante basarsi sul tono della pelle. Se tende al rosato le tonalità fredde sono la soluzione migliore, come il biondo scuro cenere. Per esaltare quelle ambrate o abbronzate, invece, è meglio scegliere i toni caldi, optando per un biondo cenere dorato. 

Biondo scuro, come si ottiene?

Se si parte da una base chiara, basta una colorazione tono su tono, che scurisca leggermente il biondo naturale, regalando riflessi e giochi di luce. Avete i capelli scuri, castani o neri? Allora è necessario prima decolorarli per schiarirli e poi applicare la tinta. Per un aspetto meno artificiale, si può anche decidere di fare uno schiarimento graduale, procedendo per step prima di arrivare ad essere bionda scura.  

Biondo scuro: come prendersene cura

Super facile da mantenere e gestire, la tonalità intensa del biondo scuro impedisce che nel tempo il colore viri sul giallo creando un effetto paglierino. Per detergere i capelli tinti dark blonde, è bene usare shampoo e balsamo specifici per capelli colorati, ricchi di ossidanti, che ne preservino il tono e la lucentezza. Per esaltare le sfumature di biondo e ravvivare la luminosità, si possono usare prodotti arricchiti con vitamine, in particolare la B3, oppure trattamenti alla camomilla, che dà un nuovo vigore alla chioma. 

Biondo scuro cenere

Raffredda la carnagione calda, creando un bel contrasto che esalta la luminosità del viso. Con dei riflessi che virano verso il biondo freddo o persino grigio, si può provare nella versione total look oppure sfumando con uno shatush, lasciando la base scura.

Biondo scuro dorato

Un evergreen che non passa mai di moda, una nuance che spazia dall’oro al miele, fino al caramello. Dona soprattutto a chi ha la pelle color pesca, ma può stare bene anche chi ha una carnagione scura, basta che il sottotono sia caldo. Per esaltarlo si possono fare di riflessi solo sulle ciocche davanti oppure un balayage su tutta la chioma.

Biondo scuro ramato

Caldo e in grado di scaldare e illuminare l’incarnato, questa shade di biondo scuro strizza l’occhio al rosso, creando dei riflessi che esaltano una pelle chiara, anche quella piena di lentiggini. Ma può fare un bel match anche con la carnagione olivastra e chi ha dei colori mediterranei.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Beauty

Next Article:

0 %