Cookingnews

Pastinaca: percorso tra proprietà e ricette


Pastinaca, forse se tra le vostre passioni c’è quella per la cucina (o per la storia dato che, come vedremo, il percorso compiuto dalla pastinaca nel corso del tempo tra popolarità e riscoperta è piuttosto interessante) ne avete già sentito parlare. Ma partiamo dall’inizio, ovvero discorrendo di una pianta erbacea (non parliamo qui infatti del pesce pastinaca!) che appartiene alla famiglia delle Apiaceae, o Ombrellifere, e che prende il nome di Pastinaca sativa. Ad essere consumata è la sua radice, dall’aspetto che ricorda quello della carota e che viene appunto semplicemente detta pastinaca.

Essa può essere utilizzata per preparare numerose ricette. La pastinaca ha una storia piuttosto antica, poiché nei secoli passati è stata piuttosto popolare in Europa, per poi essere per così dire “superata” nell’uso da un tubero proveniente dall’America, ovvero la patata. Tuttavia, negli ultimi anni la pastinaca sta tornando in auge, alla luce soprattutto dei molti utilizzi che è possibile farne in cucina. In questo articolo parleremo della pastinaca menzionando alcune delle sue proprietà, oltre che fornendovi alcuni spunti relativi a ricette in cui è possibile impiegarla per gustarne il sapore.

pastinaca

Nina Van Der Kleij / EyeEmGetty Images

La pastinaca

Per proseguire con questa nostra piccola panoramica interamente dedicata alla pastinaca, vi diciamo che la sua caratteristica è quella di essere oggetto di un processo di coltivazione piuttosto semplice. Risulta piuttosto resistente al freddo e il suo raccolto avviene in inverno. Qualche altra curiosità? Il clima della penisola italiana è a lei piuttosto favorevole e, se vi state chiedendo quale sia la stagione della pastinaca, indicativamente vi diciamo che si ritiene essere il periodo compreso tra il mese di ottobre e quello di marzo. Seppure la sua popolarità in seguito all’arrivo in Europa delle patate sia diminuita, la pastinaca sta venendo a poco a poco riscoperta, e utilizzata per preparare golosissime ricette. Per nominare alcune delle sue proprietà, la pastinaca contiene fibre e non solo: al suo interno è possibile trovare numerosi minerali, come ad esempio il potassio, il magnesio e il fosforo, oltre che vitamine, tra le quali menzioniamo la vitamina C, la vitamina B6 e la vitamina K.

Storia della pastinaca

Abbiamo anticipato nell’introduzione di questo nostro articolo che la storia della pastinaca è davvero piuttosto antica. Per cominciare a parlarne restiamo in Europa e, nello specifico, diamo inizio al nostro viaggio a partire dall’antica Roma, e questo perché sembra che a volere l’importazione della pastinaca dalla Valle del Reno (nell’odierna Germania), nell’Europa centrale, dove la pastinaca veniva coltivata, sia stato l’imperatore Tiberio. Il successo della pastinaca attraversò quest’epoca e proseguì nel Medioevo e nel Rinascimento. Ad arrestarne la popolarità fu la scoperta dell’America, poiché è da questo continente che proviene un tubero ancora oggi estremamente utilizzato nelle nostre cucine e spesso presente in tavola: la patata.

roasted root vegetables fresh from the oven

GMVozdGetty Images

Che gusto ha la pastinaca?

Abbiamo detto che la pastinaca è una radice dall’aspetto piuttosto simile a quello di una carota, e che essa può essere impiegata come ingrediente per realizzare numerose ricette. Prima di mettervi ai fornelli desiderate però forse sapere quale sia il sapore della pastinaca: che gusto ha? Se vi state appunto chiedendo che sapore abbia la pastinaca, la risposta è che esso è piuttosto simile a quello della carota, ma ancor più dolce: ricorda quello di una barbabietola.

Pastinaca e ricette

Ora che abbiamo cercato di descrivere il sapore della pastinaca, piuttosto goloso in effetti, veniamo ora a parlare degli usi che è possibile fare della pastinaca in cucina. Probabilmente, ciò che vi diremo vi sorprenderà: si tratta infatti di un ingrediente davvero piuttosto versatile, forse più del previsto, se ancora non ne conoscete le potenzialità. Per gustarne appieno il sapore è possibile, ad esempio, realizzare un purè a base di pastinaca: dalla consistenza morbida e vellutata, può risultare un’alternativa interessante al purè di patate. Anche il purè di pastinaca è infatti perfetto da assaporare in qualità di contorno. Inoltre, la pastinaca può rivelarsi un ottimo ingrediente per caratterizzare con la sua caratteristica dolcezza un ottimo minestrone (d’altronde, l’abbiamo detto che la pastinaca è un alimento tipicamente invernale), oppure una torta salata. Inoltre, la pastinaca può essere fritta: se stavate cercando un’alternativa alle patate fritte, altrettanto golosa, eccola qui!

Popolarità della pastinaca

Concludiamo questa nostra panoramica interamente dedicata alla pastinaca tornando su un argomento che già abbiamo sfiorato: abbiamo detto che la pastinaca, piuttosto utilizzata in Europa prima della scoperta dell’America, con l’arrivo proprio da quest’ultimo continente della patata è stata meno impiegata. Non dappertutto, però, è andata così: pensiamo ad esempio all’Inghilterra e al fatto che qui non solo la pastinaca è ancora oggi molto coltivata, ma anche protagonista in tavola. Per questa ragione, non stupitevi se nel corso di un viaggio avente proprio l’Inghilterra come destinazione avrete modo di notare che la pastinaca può essere davvero consumata in molti modi diversi.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Cooking

Next Article:

0 %