Cookingnews

Maggiorana in cucina: come esaltare i sapori


La pianta della maggiorana è originaria dell’Asia Minore, tuttavia nel corso degli anni si è diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo. Le piccole foglie di questa pianta hanno un profumo intenso, il che la rende un’erba aromatica che vale davvero la pena utilizzare in molte ricette. Ma dove si mette la maggiorana in cucina? Come si usano le foglie di maggiorana? Sono foglie perfette per insaporire le insalate, ma anche la carne e il pesce. Non solo, la maggiorana è indicata anche per i ripieni. Andiamo insieme a scoprire tutti gli utilizzi della maggiorana in cucina e tante ricette gustose.

Che differenza c’è tra origano e maggiorana?

Origano e maggiorana. Sono molte le persone che confondono queste due erbe aromatiche. È normale che sia così, le foglie di queste due piante infatti si assomigliano davvero tanto. Si tratta però di due erbe del tutto diverse: la maggiorana ha un sapore infatti molto più intenso e balsamico, senza dubbio più amaro.

maggiorana in cucina

© eleonora galliGetty Images

Le proprietà della maggiorana

È prima di tutto di fondamentale importanza ricordare che la maggiorana non consente solo di rendere più saporite le nostre ricette, si tratta infatti anche di un vero e proprio toccasana per il nostro organismo. Tra le più importanti proprietà di questa erba aromatica, quella digestiva. Favorisce quindi la digestione anche delle pietanze in assoluto più pesanti e rende possibile contrastare il gonfiore addominale. Ha anche un’azione calmante, senza dimenticare poi che è ricca di sostanze antiossidanti che permettono di mantenere il nostro organismo in perfetta salute e più giovane a lungo nel tempo. Da aggiungere la grande quantità di vitamina C presente in questa erba, perfetta per rendere il sistema immunitario più forte e scongiurare il rischio di incorrere in malanni di stagione.

Anche per questi motivi insomma vale davvero la pena utilizzarla nelle ricette da portare in tavola ogni giorno. Ci sono delle controindicazioni della maggiorata che devono essere prese in considerazione? Assolutamente no. La maggiorana è un’erba priva di controindicazioni, che tutti quindi possono consumare senza alcun timore.

Maggiorana selvatica oppure coltivata?

La maggiorana selvatica è diffusa in molte zone del Mediterraneo e può essere raccolta quindi in modo piuttosto semplice direttamente in natura. È però ovviamente possibile anche coltivare la maggiorana a casa. La pianta della maggiorana può essere coltivata anche in vaso. È semplice da gestire, ma è di fondamentale importanza trovare un luogo riparato dove posizionarla in inverno. Teme infatti le temperature eccessivamente rigide.

Se non avete voglia o tempo di coltivare la pianta di maggiorana, potete acquistare direttamente la maggiorana essiccata al supermercato. Il bello della maggiorana secca è che si conserva davvero a lungo nel tempo, così potete averla sempre a disposizione per ogni ricetta.

Uso della maggiorana in cucina

Non esistono degli abbinamenti con la maggiorana migliori degli altri, un’erba molto versatile che con il suo intenso profumo può aromatizzare ogni genere di pietanza. Dobbiamo ammettere però che si presta soprattutto ad essere abbinata con i prodotti della stagione estiva, come le verdure fresche grigliate oppure le insalate. Bastano alcune foglioline fresche oppure un cucchiaino di maggiorana secca per conferire a questi piatti estivi un sapore intenso.

Può essere però utilizzata anche per insaporire una semplice frittata, per dare un sapore più intenso alla carne oppure al pesce alla griglia, sulla pizza al posto del classico basilico. È possibile aggiungere la maggiorana al sugo di pomodoro, ma anche le minestre, le zuppe e le vellutate riescono con la maggiorana ad assumere un sapore migliore. Senza dimenticare poi il ripieno delle torte salate o l’impasto delle polpette, che la maggiorana riesce ad esaltare davvero alla perfezione. I rametti di maggiorana possono essere anche messi sul barbecue, in modo da profumare la carne o le verdure. Con la maggiorana è possibile preparare un delizioso pesto, ideale per condire la pasta ma anche da spalmare sui crostini.

maggiorana in cucina

bhofack2Getty Images

Il pesto di maggiorana

Il pesto alla genovese vede come protagonista il basilico ma in realtà può essere realizzato, seguendo lo stesso identico procedimento anche con altre erbe aromatiche, maggiorana compresa ovviamente. Potete lavorare le foglie di maggiorana nel mortaio oppure con il mixer, aggiungendo olio extra vergine di oliva, pinoli e parmigiano. Potete aggiungere anche un pochino di acqua di cottura della pasta, in modo da ottenere una maggiore cremosità. Bastano pochi minuti appena per ottenere un pesto di maggiorana davvero eccezionale, con un gusto leggermente amarognolo che vi sorprenderà.

Tisana alla maggiorana

La maggiorana ha, come abbiamo poco fa avuto modo di vedere, un importante effetto calmante e digestivo. Proprio per questo motivo è perfetta per la preparazione di tisane e infusi, da gustare soprattutto la sera prima di andare a dormire. Come dosi vi consigliamo 50 grammi di maggiorana ogni litro d’acqua. Sarebbe preferibile utilizzare le foglie fresche, ma nel caso in cui non le abbiate a disposizione va benissimo anche la maggiorana secca. Lasciate in infusione l’erba aromatica nell’acqua per una decina di minuti. Filtrate e gustate la bevanda quando è ancora tiepida.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Cooking

Next Article:

0 %