Inspirationnews

Liz Truss, la nuova leader conservatrice che guiderà il Regno Unito


Liz Truss, nuova leader del Partito Conservatore britannico

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Alla fine di una calda campagna elettorale estiva, Liz Truss è stata eletta alla guida del Partito Conservatore. Domani verrà nominata Primo Ministro del Regno Unito dalla Regina Elisabetta. Un’ascesa che corona una carriera politica segnata da una rapida scalata ai vertici dei Tories e costellata da radicali cambiamenti di opinione. 

Fatti principali

  • Nelle elezioni interne al Partito Conservatore Liz Truss ha sconfitto sei candidati rivali, tra cui l’ex capo del Tesoro Rishi Sunak.
  • Da quando è entrata in Parlamento nel 2010, Truss ha ricoperto numerosi incarichi nei governi di David Cameron, Theresa May e Boris Johnson. Nell’ultimo esecutivo è stata Segretaria di Stato per gli affari Esteri.
  • Durante la campagna elettorale interna al Partito, Truss ha promesso di apportare radicali riforme economiche, incluso il taglio delle tasse straordinarie sui profitti delle imprese energetiche. Ha inoltre escluso l’introduzione di nuove imposte o l’utilizzo di “dispense” per affrontare la crisi inflazionistica.
  • Rishi Sunak ha accusato Truss di aver eluso il controllo sul suo piano fiscale. Secondo l’ex capo del Tesoro non sarebbe realistico e alimenterebbe il processo inflazionistico.

Curiosità

Per la prima volta nei suoi 70 anni di regno, la Regina Elisabetta nominerà il Primo Ministro nella sua tenuta scozzese di Balmoral e non a Buckingham Palace.

Cosa aspettarsi

Sunak ha dichiarato alla BBC che continuerà a fare il parlamentare e che sosterrà il nuovo governo britannico con qualsiasi funzione gli sarà chiesto di ricoprire. Non ha escluso inoltre una nuova corsa alla leadership del Partito Conservatore in futuro.

L’antefatto

L’elezione di Truss alla guida del Partito Conservatore mette fine alla calda estate dei Tories, che si sono dati da fare per sostituire Boris Johnson. L’ormai ex premier britannico si è dimesso dal suo incarico all’inizio di luglio, dopo i molteplici scandali che hanno provocato un esodo di massa dei ministri del suo governo. Sunak, insieme al Segretario alla Salute Sajid Javid, ha dato il via alla lunga serie di dimissioni, mettendo in dubbio l’integrità morale di Johnson. Nonostante la forte pressione (politica e pubblica) ad andarsene, Johnson è rimasto primo ministro fino a oggi, presiedendo un governo paralizzato. Durante l’estate, l’ex leader dei conservatori è stato criticato per le sue lunghissime vacanze in un periodo in cui invece avrebbe dovuto agire per fronteggiare la crisi del caro vita.

Quello che non ti aspetti

Liz Truss non è sempre stata una conservatrice: in passato è stata tesserata per i liberal democratici. Durante i suoi studi, ha ricoperto il ruolo di presidente del Partito Liberal Democratico dell’Università di Oxford. Nella conferenza del 1994 ha anche espresso posizioni anti-monarchiche. Due anni dopo si è unita al Partito Conservatore. Celebre il cambio di opinione radicale sulla Brexit: da promotrice della campagna per il Remain a convinta sostenitrice dell’uscita dall’Unione Europea. La sua poca coerenza ha portato negli anni numerosi osservatori a chiedersi se le sue convinzioni siano sostenute da idee politiche o dalla convenienza.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Inspiration

Next Article:

0 %