Designnews

La rivincita del tavolino basso


Da usare, vedere e toccare. La nuova generazione di coffee table e di side table vista alla Milano Design Week 2022 ricerca forme e volumi sempre più scultorei. Pezzi unici che esprimono al meglio tutto il potenziale delle materie prime. A cavallo tra arte e design, i tavolini bassi mostrano accostamenti audaci sottolineati da finiture levigate e ruvide, da un perfetto studio delle proporzioni e degli spessori, in un unicum di grande armonia. Piccole e grandi isole da comporre o utilizzare singolarmente, versatili e allegre, talvolta nomadi, sempre funzionali, pronti a riconfigurare lo spazio secondo vezzo e necessità.

Tavolini basso: Bross, Loop

tavolino basso

Courtesy Photo Bross

È un’estetica pura, quasi astratta, quella di Loop disegnata da Victor Vasilev per Bross, che unisce acciaio e marmo. Un esile profilato metallico a sezione quadrata, in finitura nera o bronzo spazzolato, parte dalla base monolitica in Bianco di Carrara o Nero Marquina per formare un’asola in corrispondenza del piano. Un segno che dà il nome alla collezione e consente allo stesso tempo una facile presa del tavolino, per collocarlo liberamente nello spazio. La struttura prosegue per sostenere il top, una placca metallica sottile in contrasto con il basamento in pietra naturale, il cui diametro è esattamente la metà del piano. Disponibile in differenti configurazioni e misure, Loop dà vita a composizioni multiple, per ambienti residenziali o contract.

www.bross-italy.com

Tavolino basso: Arper – Ghia

tavolino basso, arper

Courtesy Photo Arper

Si adatta a qualsiasi ambiente e seduta, Ghia, disegnato dallo Studio Altherr Désile Park per Arper. Un nuovo sistema di tavolini dall’estesa varietà di forme e finiture che crea infinite combinazioni, dotato di basi in tre altezze, con un unico supporto centrale o tre gambe, e da ampi top di forma organica o circolare di piccola o media dimensione. Grande attenzione alla sostenibilità è stata rivolta ai materiali utilizzati: al legno MDF privo di VOC con vernice color terracotta o verde salvia; al rovere europeo certificato FSC con finitura naturale o nera; al terrazzo veneziano del top di piccole dimensioni, nella colorazione chiara o scura.

www.arper.com

Tavolino basso: JCP Universe – Noa

tavolino basso, jcp universe

Courtesy Photo JCP Universe

Durante il Fuorisalone 2022, il brand JCP Universe ha presentato nell’ambito della mostra Alternate Lifeforms, Coloniae, una serie di artefatti concepiti come abitazioni di una colonia. Oggetti la cui struttura è pensata per interagire con la pianta che ospita, lasciando che questa si sovrapponga ad essa, ridefinendo così il suo aspetto. Il tavolino basso Noa, pensato da Gionata Gatto, insieme ai vasi Munzo e Loum, con lastre di alluminio forato con finiture rame opaco, bronzo opaco e argento opaco, diventa contenuto anziché contenitore, mentre le piante si trasformano in un organismo vivente che partecipa all’azione umana.

www.jcpuniverse.com

Tavolino basso: Cimento – Frari

tavolino basso

Courtesy Photo Cimento

Alla sua prima collaborazione con Cimento, Patricia Urquiola disegna i coffee table Frari, interpretando l’esclusivo composto brevettato dall’azienda, che impiega per oltre il 90% aggregati minerali mescolati ad un legante cementizio, e la Cimento Collection nata nel 2019 sotto l’art direction di Aldo Parisotto, Parisotto + Formenton Architetti. Presenti in fiera, insieme alle novità, i tavolini Frari sono frutto di un importante processo di sperimentazione con l’azienda, che vede l’inserimento in pasta di frammenti di materiali inerti, come vetro e quarzo, in una miscela in marmo e una in sughero. Il risultato, tattile e visivo, è di forte impatto.

www.cimentocollection.com

Tavolino basso: Visionnaire – Orbital

tavolino basso, visionnaire

Courtesy Photo Visionnaire

Di grande suggestione estetica, in Orbital, design Mauro Lipparini per Visionnaire, prendono vita le forme del cerchio e del cilindro, un gioco di movimento di pieni e vuoti. Come un satellite, il disco in marmo compie la sua rivoluzione, modificando gli equilibri geometrici del tavolo in legno con contenitore, per assecondare gusto e funzione. Un pezzo di spiccata qualità manifatturiera polimaterica.

www.visionnaire-home.com

Tavolino basso: Nilufar – Bon Bon

tavolino basso, nilufar

Riccardo Gasperoni

Presentata durante la Milano Design Week 2022, The Candy Box è la capsule collection creata dalla coppia di designer e artisti Draga & Aurel per la galleria milanese Nilufar. Ispirata al mondo delle caramelle, la collezione comprende i tavolini modulari Bon Bon, divertenti e allegri sembrano gelatine alla frutta grazie all’utilizzo della resina declinata nella trasparenza e nel colore. L’amalgama fusa viene, infatti, colorata ottenendo diverse sfumature e poi versata in stampi creati appositamente. Il tutto, rigorosamente, a mano.

www.nilufar.com



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Design

Next Article:

0 %