Designnews

Il meglio di Elle Decor dal 13 giugno al 19 giugno 2022.


best of the week giugno 2022

Ormai alle porte, l’estate mette nero su bianco un interesse piuttosto condiviso: quello per il settore della nautica. La voglia di evadere e il desiderio di vacanza portano a immaginare l’abitare sull’acqua, puntando l’attenzione su imbarcazioni di ultima generazione, come il trimarano a vela di Van Geest Design e Rob Doyle Design e il giga-yacht ideato dal pluripremiato studio di progettazione indiano Bhushan Powar Design. La parabola del sogno, tra luoghi e spazi quotidiani, continua poi a Manhattan, dove la casa newyorchese appartenuta a Gianni Versace, ora in vendita, non ha rivali in termini di glam e opulenza. E a proposito di grandi nome della moda e dello stile, continua a far discutere il celebre abito confezionato per Marilyn Monroe nel 1962 e indossato quest’anno, in occasione del Met Gala, da Kim Kardashian. Le voci e le curiosità della pop-culture ci portano poi a leggere di uno dei trend più stravaganti di TikTok, per capire cosa significhi davvero parlare corsivo. A fare da piacevole sottofondo, infine, le note incalzanti di Tribale, il nuovo brano di Elodie, il cui video diretto da Attilio Cusani è stato girato a Napoli. Una hit ed è subito estate.

Pubblicità – Continua a leggere di seguito

1

IL TRIMARANO CHE RIDEFINISCE IL MODO DI ABITARE IN MARE

Traslando il concetto di abitazione degli antichi romani sull’acqua, gli studi di progettazione Van Geest Design e Rob Doyle Design hanno ideato Domus, un trimarano di lusso che sembra una vera e propria domus romana galleggiante. Partendo dalla struttura della domus, abitazione romana di un piano i cui spazi abitativi si sviluppavano attorno all’atrium, i designer hanno distribuito gli interni del trimarano a vela partendo da due atria che fanno filtrare la luce naturale dalla parte superiore della sovrastruttura e, grazie al pagliolo che si converte in piattaforma, offrono uno spazio unico per vivere a contatto con l’acqua.

Leggi tutto l’articolo

2

LA DANZA TRIBALE DI ELODIE BALLATA TRA I GRATTACIELI E LA SPIAGGIA DI UNA GIUNGLA URBANA

Già canzone dell’estate 2022 al primo ascolto, il nuovo singolo Tribale di Elodie inaugura la stagione dei tormentoni sulle note di un ballo sensualissimo. Il brano, prodotto da Itaca Music Group, scritto insieme a Federica Abbate e Jacopo Ettorre, è uscito in contemporanea con un video diretto da Attilio Cusani. A fare da sfondo alla clip, una scenografia dal carattere urbano che dal rigore del cemento di strade e palazzi scivola lentamente verso il mare. Rivelando il volto (probabilmente) più moderno della bellissima Napoli.

Leggi tutto l’articolo

3

IL GIGA-YACHT ZION DI 110 METRI CON UN MISTERIOSO OCCHIO DI VETRO

110 metri, forme sinuose, colore sfacciatamente rosso e, soprattutto, un misterioso occhio di vetro: si presenta così Zion, giga-yacht ideato dal pluripremiato studio di progettazione indiano Bhushan Powar Design con sede a Goa.Il giovane team di progettisti si è lasciato ispirare da uno dei fenomeni più affascinanti dell’astrofisica: i buchi neri, corpi celesti con campo gravitazionale così intenso da non lasciare sfuggire né la materia, né la radiazione elettromagnetica. Così come i buchi neri attraggono materia e luce, il giga-yacht Zion con le sue forme inusuali vuole attirare gli sguardi e sorprendere ospiti e armatore con i misteri degli abissi.

Leggi tutto l’articolo

4

LA SPETTACOLARE CASA DI VERSACE IN VENDITA È IL GIOIELLO PIÙ AMBITO DEL MERCATO IMMOBILIARE NEWYORKESE

Di case grandiose a Manhattan ce ne sono tante, ma quella che vedete qui, situata in 5 East 64th Street, non ha rivali in termini di glam e opulenza. Lo dice il prezzo – ben 70 milioni di dollari – ma soprattutto il nome del suo ex proprietario: Gianni Versace. Il leggendario stilista comprò questa townhouse di sei piani in pietra calcarea nel 1996, appena due anni prima di finire brutalmente assassinato nell’altra sua celeberrima residenza di Miami. Quei due anni gli furono però sufficienti per dare vita a un radicale restyling, che trasformò la tranquilla dimora neoclassica in un prodigioso manifesto del barocco italiano, ispirazione costante delle sue creazioni. Rimasta nelle mani della famiglia fino al 2005, la casa venne acquisita poi dall’hedge-fund manager svedese Thomas Sandell e da sua moglie Ximena Sandell, che ne hanno lasciato intatto il fascino esuberante e il valore storico.

Guarda tutte le foto

5

PERCHÉ LA TENDENZA TIKTOK DI PARLARE IN CORSIVO È (ANCHE) UN TEMA DI DESIGN

Parlare in corsivo (e cantare in corsivo) è l’ultimo trend che spopola su TikTok, dove l’hashtag #corsivo conta 23,5 milioni di visualizzazioni. Cosa significa parlare in corsivo? E, soprattutto, perché ne stiamo dissertando qui? Partiamo dalla seconda domanda: ne scriviamo perché parlare in corsivo significa tradurre in parole quella che fino a qualche mese fa era la connotazione fisica di un carattere. E quindi è un tema di design.

Leggi tutto l’articolo

6

THE PLUS È LA FABBRICA FIRMATA DA BIG NELLA FORESTA NORVEGESE DOVE SI VEDE TUTTO

Cambiare il punto di vista tradizionale, trasferendo un mastodontico impianto di produzione all’interno di un parco pubblico di oltre 120 ettari di boschi: è questa l’ultima utopia (riuscita) di BIG, lo studio danese che ha portato su una più ampia scala il tema dell’architettura e della sostenibilità sia grazie agli ambiziosi progetti che all’esposizione mediatica del suo fondatore. È infatti Bjarke Ingels insieme al produttore di mobili norvegese Vestre ad aver immaginato the Plus, un impianto di produzione ad alta efficienza pronto a segnare la strada per i luoghi di produzione dell’immediato futuro.

Guarda tutte le foto

7

L’ISOLA MISTERIOSA DEL LAGO DI BOLSENA TRA I PLACE-TO-BE DELL’ESTATE 2022

Tra le bellezze più inesplorate del nostro Stivale, l’isola di Bisentina è pronta a riaprire le sue sponde al pubblico. Incastonato in quell’anfiteatro naturale del lago di Bolsena che lo scrittore inglese John Evelyn definì «a most incomparable prospect», il particolare atollo lacustre è uno scrigno di tesori che tutt’oggi conserva importanti tracce del passato. Storia, architettura e paesaggio si intrecciano, infatti, entro le sue rive, preservando antichissime frequentazioni umane che dal tempo degli Etruschi rimandando prima al Medioevo e poi al Rinascimento.

Leggi tutto l’articolo

8

IL CASO DELL’ABITO INDOSSATO (E, FORSE, ROVINATO) DA KIM KARDASHIAN: CITAZIONE O CAPRICCIO?

Oltre al long dress di Blake Lively, il Met Gala 2022, in scena lo scorso maggio, ha visto accendersi i riflettori su un altro magnifico vestito: l’abito-leggenda di Marilyn Monroe indossato, per l’occasione, da Kim Kardashian. Il prestito, per alcuni considerato troppo azzardato, per altri, invece, rivoluzionario, ha sollevato non poche critiche. “Ho pensato fosse un grosso errore”, ha dichiarato a Entertainment Weekly Bob Mackie, stilista, allora ventitreenne, che nel 1962 lavorava come assistente di Jean Louis e disegnò lo schizzo originale del vestito scelto per cantare Happy Birthday Mr. President a John Fitzgerald Kennedy. “[Marilyn] era una dea. Una dea folle, ma pur sempre una dea. Era semplicemente favolosa. L’abito è stato fatto e progettato solo per lei. Nessun altro dovrebbe essere visto con quel vestito“.

Leggi tutto l’articolo

Pubblicità – Continua a leggere di seguito



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Design

Next Article:

0 %