Cookingnews

Datteri, proprietà e benefici | Elle


Lo zucchero raffinato, se consumato in quantità eccessive, può comportare non pochi problemi per la salute. Proprio per questo motivo è bene andare alla ricerca di soluzioni alternative per ottenere un dolce sapore, tra cui dobbiamo senza dubbio ricordare i datteri. Non stiamo parlando dei datteri di mare ovviamente, ma del frutto. Sì, i datteri sono uno tra i migliori sostituti dello zucchero raffinato, ma ovviamente sono molti altri gli utilizzi in cucina dei datteri, che è anche inoltre ricco di benefici per il nostro organismo.

Datteri, le proprietà

La carnosa polpa del dattero è molto zuccherina. È normale di conseguenza che le calorie del dattero siano elevate. Bene evitare un suo eccessivo consumo quindi nel caso in cui si voglia prestare attenzione alla linea. Non tutto il male viene per nuocere però. Come vedremo tra poco proprio perché questa polpa è così zuccherina si tratta di un frutto che può essere utilizzato come valido sostituto dello zucchero raffinato. Non solo, è infatti importante ricordare che si tratta di un frutto a basso contenuto di grassi e che offre al nostro organismo molte importanti sostanze nutritive salutari.

datteri, proprietà e benefici

unsplash

A cosa fanno bene i datteri? Tra le proprietà dei datteri più importanti, l’elevata quantità di fibre, ideali per provare sazietà, evitare il gonfiore addominale, favorire la digestione e la regolarità intestinale. Garantiscono all’organismo gli amminoacidi essenziali che consentono un corretto funzionamento di ogni organo ed apparato. Tra questi amminoacidi merita una menzione anche il triptofano. Forse questo nome non vi dice niente, ma è importante sapere che ha un ruolo importante nella sintesi della melatonina. I datteri quindi sono utili anche per dormire bene e contrastare i disturbi del sonno. Non solo, i datteri sono ricchi anche di vitamine, in modo particolare le vitamine del gruppo B. Sono ricchi poi anche di sali minerali, tra cui potassio e fosforo. Proprio perché ricchi di sali minerali sono perfetti anche in estate o per gli sportivi, per reintegrare i sali persi a causa della sudorazione eccessiva.

Datteri o zucchero raffinato?

Lo zucchero raffinato ha un apporto calorico molto elevato, proprio per questo motivo non è una valida scelta per chi vuole portare in tavola ricette light e per chi vuole prestare attenzione alla linea. Non solo, il processo di raffinazione prevede l’utilizzo di sostanze chimiche potenzialmente dannose per la salute, sostanze chimiche che distruggono gli elementi nutritivi presenti nella materia prima da cui lo zucchero viene ricavato, dalla barbabietola quindi.

C’è una buona notizia. Potete provare a sostituire lo zucchero raffinato con i datteri. Non sono, giusto ricordarlo, l’unico valido sostituto dello zucchero, ma senza dubbio uno tra i più interessanti.

I datteri come sostituto dello zucchero raffinato

Potete preparare una crema liscia frullando i datteri freschi e aggiungendo un pochino di acqua, una pasta di datteri da conservare in frigorifero e da utilizzare per dolcificare le bevande ma anche per tutte le vostre preparazioni di pasticceria.

In alternativa potete utilizzare lo sciroppo di datteri. Lo trovate già pronto in commercio, ma potete prepararlo anche a casa. Dopo aver cotto i datteri in abbondante acqua, non dovete far altro che filtrarli e spremerli. Dovete poi restringere il composto ottenuto su fuoco basso sino a quando non otterrete una consistenza simile appunto a quella di un classico sciroppo. Ha molte meno calorie rispetto allo zucchero raffinato e inoltre ne basta una piccola quantità per ottenere un effetto dolcificante davvero importante.

Potete utilizzare infine anche lo zucchero ricavato dalla macinazione dei datteri secchi. Importante però ricordare che in questo caso l’effetto dolcificante è meno potente. Inoltre è uno zucchero che non si scioglie facilmente, difficile da utilizzare quindi nelle bevande.

Quanti datteri si possono mangiare in un giorno

Cosa succede se si mangiano 3 datteri al giorno? Una dose di 2-3 datteri è quella consigliata dai nutrizionisti. Meglio evitare di consumare una dose maggiore di datteri, proprio perché molto zuccherini. Ma chi non deve mangiare datteri? Chi dovrebbe evitarli? Senza dubbio chi vuole una dieta a bassissimo apporto di zuccheri dovrebbe evitare questo frutto. Importante ricordare che una dieta di questa tipologia non è indicata solo per chi vuole perdere peso, ma anche per i diabetici e altre simili patologie.

Datteri, utilizzo in cucina

I datteri sono un frutto eccellente da gustare a fine pasto oppure per uno spuntino energizzante. Possono poi essere utilizzati come sostituto dello zucchero. Non solo, si tratta di un ingrediente che potete far scendere in gioco per la realizzazione di molte ricette interessanti. Tra le ricette dolci, ricordiamo ad esempio le praline con datteri e nocciole e i datteri ripieni di mascarpone e noci, dolcetti questi ultimi perfetti per le feste di Natale e di fine anno. Datteri, mandorle, noci e pomodori secchi, questi ingredienti sono perfetti per un primo piatto davvero ricco di gusto, senza dimenticare poi che i datteri possono essere utilizzati anche per la preparazione di salse di accompagnamento per la carne.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Cooking

Next Article:

0 %