Businessnews

Da Bulb spazi attrezzati per allenamento «pay per use»


Una start up tutta italiana nata nel 2021 per mettere a disposizione degli utenti spazi attrezzati per l’allenamento in modalità pay per use, facilmente prenotabili tramite la propria App, disponibile su iOS e Android. Si chiama Bulb e ha da poco inaugurato tre hub a Milano con l’obiettivo di arrivare a cinquanta nelle principali città italiane entro il 2023. L’obiettivo del progetto franchising, già in fase di definizione, è di garantire la massima copertura di tutto il territorio nazionale.

«Il nome prende ispirazione dalla natura – spiega Danilo Mazzacuva, founder e ceo di Bulb -. Il bulbo è l’organo che protegge la pianta nella sua fase di crescita fornendole tutti gli elementi necessari per prendere vita. Mette a disposizione spazi attrezzati, offrendo l’opportunità di dare vita ai propri progetti personali o professionali in piena libertà senza vincoli contrattuali di abbonamenti e costi fissi».

L’idea è nata da una considerazione: nel 2019 il numero degli abbonamenti ai club è aumentato del 3,8%, posizionando il fitness al primo postotra le attività sportive in Europa. In Italia, di 20 milioni di fitness lover, solo 5,5 milioni possedevano un abbonamento in palestra a dimostrazione di una sempre crescente preferenza per allenamenti personalizzati ed esclusivi. «È proprio in risposta alla richiesta sempre più alta di soluzioni personalizzate libere da abbonamenti annuali – aggiunge Mazzacuva – che abbiamo sviluppato l’idea e dato vita ai primi tre spazi, prenotabili in totale autonomia dal proprio smartphone».

A questo si aggiunge il fatto che durante l’emergenza sanitaria migliaia di trainer hanno utilizzato i canali social avvicinando un pubblico sempre più vasto al one-to-one training. Grazie alle video lezioni ed al supporto dei social network hanno avuto modo di ripensare alla loro visibilità indipendentemente dai centri fitness. «I trainer sono senza dubbio il motore del comparto fitness. Immaginiamo un futuro non troppolontano, in cui i trainer saranno dei veri e propri brand indipendenti. Qualcuno ha già raggiunto questo risultato, noi vogliamo essere di supporto con progetti e spazi che diano, all’occorrenza, il necessario percreare contenuti in un ambiente professionale».

La realizzazione degli spazi è pensata per due tipologie di allenamento: olistico e funzionale. I Bulb olistici, in corso Buenos Aires e in Darsena, sono dedicati alle discipline Body&Mind. Quello funzionale, in piazza De Angeli, è dedicato all’allenamento della forza, con attrezzature che seguono i trend di mercato. Nella stessa struttura è stato ideato anche uno spazio Studio, progettato per tutti i professionisti che cercano un luogo dove svolgere la propria attività in piena autonomia: osteopati, fisioterapisti, massaggiatori e nutrizionisti.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Business

Next Article:

0 %