Designnews

Come disporre vasi sul terrazzo


Se si dispone di un balcone privato è piuttosto naturale volerlo trasformare nel proprio piccolo angolo di relax all’aria aperta; spesso, tuttavia, non si hanno le idee chiare su come disporre vasi sul terrazzo in modo da creare un ambiente confortevole e ordinato. Ci sono alcuni aspetti da considerare quando si arreda il terrazzo e alcuni accorgimenti di cui tener conto per far sì che il proprio spazio outdoor risulti sempre fiorito e funzionale. Vediamo, quindi, come disporre vasi terrazzo.

Come disporre vasi terrazzo arredato: le dimensioni

Nel più tradizionale immaginario di spazio domestico en plein air, il terrazzo lo si immagina sempre ricco di piante e fiori. Stare in mezzo alla natura, seppur in uno spazio limitato come un balcone, per rilassare la mente e il corpo, è estremamente importante; ecco perché fondamentali sono anche la disposizione e l’arredamento del terrazzo, luogo dove rifugiarsi ogni volta che se ne avrà bisogno per staccare la spina e ricaricare le energie. Avere terrazzi arredati è importante anche per lo stile complessivo del proprio appartamento che trarrà benefici dalla presenza di un angolo naturale nel bel mezzo della città. Per trasformare un terrazzo arredato in un piccolo giardino non bisogna necessariamente avere il pollice verde, ma solo sapere in modo preciso come disporre vasi sul terrazzo.

Quando le piante contano: ecco come disporre vasi terrazzo

Bisogna prestare attenzione alla disposizione dei vasi sul terrazzo e per farlo vanno compresi i criteri di allestimento per evitare di creare confusione e avvicinare troppe piante insieme. Gli elementi da tenere in considerazione su come disporre vasi terrazzo sono principalmente lo spazio che si ha a disposizione, le dimensioni dei vasi e le esigenze delle piante. Se il terrazzo è molto ampio, si ha l’opportunità di disporre vasi di dimensioni più grandi, per esempio, in modo da creare una sorta di cornice tutt’intorno al balcone, mentre se si desidera creare un effetto più scenografico, si può scegliere di posizionare all’interno dei vasi piante e fiori di svariati colori. Se, al contrario, il terrazzo non permette di giocare troppo con lo spazio, allora è meglio optare per vasi di dimensioni più contenute e, soprattutto, in numero minore.

È necessario poi sapere anche quali siano le esigenze delle piante o dei fiori che si vogliono esporre sul balcone: ogni pianta ha un proprio fabbisogno di luce, ombra, aria e umidità e, per questo motivo, capire e assecondare le diverse esigenze è il primo passo per la giusta cura del verde. Bisogna capire la direzione e il movimento del sole, in quali ore e per quanto tempo i raggi colpiscono un determinato angolo: non si può mettere una pianta che ha bisogno di luce in una zona del terrazzo arredato che resta prevalentemente in ombra durante la giornata.

Come disporre vasi terrazzo: fiori e piante

Un buon metodo per giostrarsi tra piante e fiori è quello di dividere il terrazzo in zone e distribuirvi i vasi in base alle valutazioni fatte: per esempio, le piante che più di altre hanno bisogno della luce del sole sono quelle aromatiche come il basilico, il rosmarino o la salvia, e lo stesso vale per i fiori dai colori intensi o abituati a climi mediterranei come le rose. Ci sono anche piante che non necessitano di troppa luce e a cui l’ombra fa più che bene come la verbena, la felce e la begonia. In genere, se non si sa come disporre vasi sul terrazzo, è meglio iniziare col posizionare le piante grandi nei vasi da poggiare a terra, magari lungo il perimetro o negli angoli più esterni del terrazzo arredato per evitare di ingombrare troppo lo spazio outdoor. Per ottenere un effetto più scenografico, si può decidere di inserire le piante in vasi in terracotta oppure di plastica ma che siano decorativi e robusti. Se si è deciso di posizionare sul balcone dei vasi più piccoli, allora li si può piazzare sui tavolini, appesi al muro o su scaffali decorativi se già presenti sul proprio terrazzo arredato.

Come disporre vasi terrazzo arredato: la scelta delle piante

I vasi piccoli si possono anche fissare al davanzale o alla parte esterna della ringhiera: si tratta di un escamotage da usare se lo spazio è molto ristretto. Evergreen sui balconi arredati sono le piante rampicanti, che possono rappresentare un ottimo modo per arredare un terrazzo scoperto ottenendo un effetto naturale e un angolo intimo e privato. Per le piante rampicanti, però, va preparato un angolo apposito dove poter sistemare grigliati o tralicci.

Se si opta per questa soluzione, va tenuto a mente che, una volta sistemate, le rampicanti non si possono più spostare e va loro dedicato l’angolo più in ombra del terrazzo perché sono particolarmente sensibili alla luce del sole. Le più indicate per tale ruolo sono la passiflora e l’ortensia ma anche l’edera che riesce a creare una vera e propria oasi naturale in città. Se si è incerti su come disporre vasi terrazzo a un piano basso, va specificato che se ci si vuole riparare da occhi indiscreti, si possono usare le siepi artificiali o naturali: vanno posizionate sul perimetro del terrazzo arredato in vasi molto grandi. Siepi come il bambù o il pitosforo consentono di creare un vero e proprio schermo protettivo per preservare la propria privacy ma anche la propria casa dal caos cittadino.

Nella foto in apertura la casa newyorchese progettata da Studio DB



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Design

Next Article:

0 %