Designnews

Colori neutri, come usarli nell’arredo


I colori neutri rappresentano una delle soluzioni migliori quando si tratta di arredare casa: oltre a trasmettere un senso di armonia e serenità sono estremamente versatili e in grado di abbinarsi alla perfezione sia tra loro che in contrasto con altre tonalità. Una palette di colori neutri è in grado di creare un’atmosfera accogliente e rassicurante, inserendosi all’interno di ogni stile d’arredo, dal classico all’industriale fino al minimal.

Colori neutri, quali sono e caratteristiche

I colori neutri sono, per definizione, quelli a bassa saturazione o intensità e in generale non possiedono una tonalità prominente. La scala dei colori neutri va dal bianco al nero, che sono considerati i più rappresentativi di questa categoria. Non sempre è facile definire una tonalità neutra in quanto, a seconda della quantità di pigmenti che contiene, può variare verso i toni più caldi o freddi ma, per fare chiarezza, i principali colori neutri includono:

  • il bianco, il colore neutro per eccellenza, in grado di riflettere fino all’80% della luce, con tutte le sue sfumature (dal latte al panna dall’avorio al crema);
  • il nero, dai toni drammatici in grado di adattarsi a diversi stili di arredo;
  • i toni del beige e del grigio, comprese le loro combinazioni, come il tortora, il sabbia e il grigio perla;
  • il color cipria, in grado di comunicare delicatezza e raffinatezza
  • i marroni (nelle tonalità più chiare) che ricordano le sfumature della terra.

    Per essere ancora più specifici, le tonalità neutre si possono ulteriormente suddividere in due grandi macro categorie, ovvero i colori neutri caldi, perfetti per rendere uno spazio intimo e accogliente che includono le tonalità più morbide del marrone, quali tortora, sabbia, beige e i colori neutri freddi, ideali per aggiungere un tocco di raffinatezza all’ambiente, provenienti dallo spettro del colore grigio con tutte le sue sfumature che possono includere punte di azzurro, di viola o di verde.

    appartamento roma

    Come utilizzare i colori neutri nell’arredo

    I colori neutri sono la soluzione ideale sia nell’arredo che come colore delle pareti: trattandosi infatti di tonalità chiare, permettono di riflettere maggiormente la luce del sole, ampliando visivamente lo spazio di una stanza, risultando dunque perfetti per ingrandire un ambiente molto piccolo come ad esempio il bagno o l’ingresso.

    Ma proprio per la loro versatilità, possono adattarsi ad ogni ambiente della casa, dal salotto alla cucina fino alla camera da letto.

    Come accennato, i colori neutri sono molto semplici da usare, tuttavia è importante saperli inserire con attenzione all’interno dell’arredo per non rischiare di creare un ambiente monocromatico o piatto, che alla lunga potrebbe risultare noioso. Il modo migliore per utilizzare i colori neutri è decidere quale stile di arredo si vuole ottenere e partire da lì per costruire la propria palette cromatica. Per fare qualche esempio, il bianco accostato alle sfumature del blu è l’ideale per ricreare un arredo in stile mediterraneo, mentre accostato ai toni del legno e del sabbia permette di donare un tocco rustico all’ambiente. Il nero, accostato con il marrone bruciato ed elementi metallici è protagonista di un arredo in stile industriale, mentre in combinazione con il grigio perla o il bianco permette di ricreare un ambiente minimal e moderno.

    avart, progetto di studiopepe

    Colori neutri, i migliori abbinamenti

    Al tempo stesso, i colori neutri possono essere utilizzati in combinazione tra loro, oppure accostati ad altre tonalità per creare contrasti armonici. Ad esempio le diverse sfumature di grigio si sposano alla perfezione con il blu, con l’ocra o con le sfumature del rosa antico e del lavanda. Il tortora trova il suo connubio ideale nei colori pastello e nelle sfumature più cariche del marrone, il color crema si sposa bene con le tonalità del legno, il senape e l’azzurro mentre il nero accostato al rosso o a una tonalità accesa permette di creare un contrasto molto suggestivo e mai banale.

    Per utilizzare al meglio i colori neutri non è però sempre necessario accostarli a tinte forti o accese ma si possono creare dei contrasti armonici anche scegliendo due tonalità neutre diverse come il bianco e il nero, oppure la stessa tonalità in due sfumature differenti come il grigio perla accostato a un grigio molto più scuro oppure il sabbia accostato al marrone.

    L’importante è riuscire a dare movimento e profondità ai colori neutri per non rischiare di banalizzarli eccessivamente, giocando ad esempio con stampe e texture differenti. Ad esempio scegliendo una carta parati dai motivi geometrici, accostando elementi lucidi e opachi o combinando tra loro tessuti diversi.

    In questo caso, per vivacizzare al meglio un arredo dove predominano i colori neutri, la scelta più semplice è puntare su dettagli e accessori in grado di esaltare le sfumature utilizzate, puntando ad esempio su dettagli in metallo: l’oro per gli ambienti dal gusto più classico, il rame per lo stile industriale e l’argento per gli arredi più moderni.

    Nella foto di apertura: Twist House a Nantes



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Design

Next Article:

0 %