Businessnews

Buffett riduce la partecipazione in Byd. Il fondatore “perde” $ 2 miliardi


Questo articolo è apparso su Forbes.com

Wang Chuanfu, cofondatore e amministratore delegato di BYD, ha visto la sua ricchezza crollare di 1,9 miliardi di dollari dopo che la Berkshire Hathaway di Warren Buffett ha ridotto la sua partecipazione nel produttore cinese di auto elettriche per la prima volta da quando ha investito nella società con sede a Shenzhen nel 2008. Le azioni di BYD sono crollate tra la speculazione che potrebbero essere in arrivo altre vendite di azioni.

Il crollo delle azioni Byd a Hong Kong

Il titolo BYD, quotata a Hong Kong, è crollata di quasi il 12% mercoledì dopo che un documento normativo ha mostrato che la Berkshire Hathaway ha ridotto la sua partecipazione al 19,92%, dal precedente 20,04%. La società di investimento con sede a Omaha ha guadagnato 47 milioni di dollari quando ha venduto 1,33 milioni di azioni il 24 agosto a un prezzo medio di 277 dollari HK ciascuno.

Secondo Kenny Ng, un analista di Hong Kong della Everbright Securities, la possibilità di ulteriori vendite è alta. La speculazione secondo cui l’azienda di Buffett avrebbe tagliato la posizione di Berkshire Hathaway in BYD è aumentata dallo scorso mese, quando una tranche di azioni corrispondente alla dimensione della partecipazione dell’azienda statunitense in BYD è entrata nel Central Clearing and Settlement System di Hong Kong.

“Warren Buffett ha acquistato la società quando era scambiata a soli 8 dollari HK per azione”, afferma Ng. “Il valore attuale di BYD non è economico. E Buffett sta ottenendo un ottimo ritorno da questo investimento”.

L’ottimo ritorno dell’investimento di Warren Buffett

Guidato dal miliardario Wang, BYD ora ha un rapporto prezzo/utili di 74 volte. Berkshire Hathaway, che ha investito circa 230 milioni di dollari per acquisire 225 milioni di azioni BYD più di dieci anni fa, ha visto l’azienda cinese crescere fino a diventare leader nel mercato delle auto elettriche. Il valore del resto della partecipazione di Berkshire Hathaway, nel frattempo, è salito a $ 6,6 miliardi in base al prezzo attuale del titolo.

Solo due giorni fa, BYD ha riportato risultati stellari per la prima metà del 2022. Grazie a un modello di business altamente integrato, in cui l’azienda produce le proprie batterie e altri componenti per auto utilizzati nelle auto elettriche, è stata in grado di scrollarsi di dosso i lockdown, continuando a lasciare aperte la produzione in tutta la Cina.

L’azienda ha venduto 641.350 auto nei primi sei mesi dell’anno, un aumento del 315% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Le entrate sono aumentate del 65,7% su base annua a 150,6 miliardi di yuan ($ 21,8 miliardi), mentre l’utile netto è salito di oltre il 200% a $ 530 milioni.

Il giudizio di Vincent Sun, analista di Morningstar Equity Research, sui fondamentali di BYD rimane invariato, con obiettivo di prezzo di 315 HK$. Sun ha anche affermato che quando Berkshire Hathaway ha ridotto la sua partecipazione in PetroChina nel 2007, l’azienda lo ha fatto in più round per un periodo di diversi mesi.

Cosa farà in futuro la Berkshire Hathaway

Berkshire Hathaway potrebbe scegliere di ridurre di una piccola percentuale la sua partecipazione in BYD, dice Dickie Wong, direttore esecutivo di Kingston Securities, con sede a Hong Kong. Ma la società potrebbe anche scegliere di mantenere parte della sua partecipazione invece di tagliare l’intera posizione, poiché il settore cinese dei veicoli elettrici potrebbe continuare a crescere. “BYD è uno dei player in grado di competere con Tesla”, afferma Wong. “Loro [Berkshire Hathaway] possono vendere solo parzialmente in questa fase.”

Ma qualsiasi vendita continuerebbe a danneggiare la fiducia degli investitori. “La riduzione della proprietà di Berkshire Hathaway non significa necessariamente che il valore di BYD abbia raggiunto il picco”, afferma Ng di Everbright Securities. “Ma è un investitore di valore a lungo termine e la sua vendita esercita sicuramente un impatto negativo sul sentiment del mercato”.

Wang ha cofondato BYD come produttore di batterie nel 1995 e si è avventurato nel settore auto nel 2003. Attualmente detiene una partecipazione del 17,6% in BYD che costituisce, secondo i dati in tempo reale di Forbes, la maggior parte della sua fortuna di $ 22,2 miliardi.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Business

Next Article:

0 %