Boatnews

Azimut 68, a yacht for the world


La maneggevolezza, il controllo che si ha in ogni situazione, la prontezza nella risposta alle inversioni di rotta, non danno la sensazione di essere su uno scafo di venti metri con il fly e quasi 44 tonnellate di dislocamento. Le prestazioni, per quanto concerne la velocità, sono equilibrate. Alla massima sono arrivato a 32,5 nodi e per planare ne sono bastati poco più di quindici. A conti fatti, significa che ci son ben 17 nodi di range di crociera, da quella più economica a quella più sportiva. Inoltre, l’adozione degli Ips, e i 300 cavalli in meno rispetto all’Azimut 66 che aveva la linea d’asse, consente di avere un consumo decisamente più contenuto. Alla massima, per esempio, il consumo istantaneo è di 350 litri/ora per entrambi i propulsori Volvo, mentre i due Caterpillar consumavano 450 litri/ora.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Boat

Next Article:

0 %