Businessnews

Al Roji di Nola una cena per celebrare il tonno rosso


Un incontro dalle mille sfumature, che unisce due tradizioni culinarie famose in tutto il mondo. Stiamo parlando di Italia e Spagna, che il 20 e il 21 settembre, grazie all’esperienza e alla genialità dei due chef del Japan Fusion Restaurant Roji di Nola, Nathan Whichmann ed Enrico Di Domenico, delizieranno il pubblico con un menu degustazione interamente dedicato al tonno rosso in compagnia di Ekaitz Apraitz, chef di Tunateca, ristorante di Barcellona.

Servita proprio nel ristorante campano, la cena a quattro mani inaugurerà la collaborazione con Balfegò, leader nella pesca, nella ricerca e nella commercializzazione del tonno rosso in Spagna, ed esalterà le caratteristiche e la qualità della una materia prima.

Il tonno rosso al centro

Tunateca è il fiore all’occhiello di Balfegò. Gli chef di Roji incontreranno Apraitz per presentare insieme un menu che delizierà gli amanti dell’arte culinaria giapponese e per esaltare il tonno rosso in tutti i suoi tagli e preparazioni. ”Siamo orgogliosi di questa collaborazione”, dice Domenico De Rosa, manager di Roji. “Quello che ci preme di più è far conoscere al pubblico il mondo della ristorazione dal punto di vista emozionale. raccontandone sogni, sacrifici e retroscena. Oltre che portare in Italia il concetto di frollatura del tonno, tecnica impiegata quasi sempre per la carne”.

Attraverso abbinamenti creativi e delicati, il menu ideato per l’occasione è un incontro gastronomico tra Oriente e Occidente, in cui i formaggi e gli ortaggi tipici della cultura gastronomica campana si legano alle tecniche giapponesi, elevando la materia prima protagonista della cena. Di grande importanza è il rispetto per la stagionalità degli ingredienti impiegati, che cambieranno ogni tre mesi, in parallelo con il menu.

Alcune portate del percorso di degustazione della serata comprendono trilogia di sashimi, risotto allo yuzu, akami maturato, zeste di limone candito e perlage di aceto balsamico, tonno alla Rossini e gunkan di tonno rosso, friarielli saltati, fonduta di provolone del monaco e corallo al parmigiano 24 mesi.

A proposito di Balfegò

L’esperienza gastronomica che Roji sta per far vivere nasce per sottolineare l’impegno stretto con Balfegò, azienda ittica giunta alla quinta generazione di pescatori. Iniziata negli ‘80, la storia d’amore tra Balfegò e il tonno rosso è stata segnata dal desiderio di migliorare e perfezionarsi. Al punto che l’azienda è riuscita, in pochi anni, a trasformare la pesca tradizionale di questa specie, a diventare leader a livello mondiale e a raggiungere gli standard di un’impresa innovativa e sostenibile grazie ai certificati rilasciati da Aenor.

Per Balfegò è fondamentale la ricchezza gastronomica che si cela nel tonno: dall’akami, che in giapponese significa ‘carne rossa’ e fa riferimento ai filetti, passando per la ventresca, detta anche sorra, fino ad arrivare al codino, una parte molto sottovalutata, ma da cui è possibile ricavare piatti di alto livello. Ed è anche per questo motivo che ha dato vita a Tunateca, uno spazio gastronomico dedito al tonno rosso attraverso il design interno e i piatti proposti. Un tempio in cui dettagli architettonici e sapori fusion immergono il cliente nelle profondità del Mar Mediterraneo per un’esperienza multisensoriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.



Source link

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più in:Business

Next Article:

0 %